Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2017

Psicologia archetipica e Giona

Una mia amica, Erica Gazzoldi, si identifica in questo post del suo blog con l’archetipo di Kóre, così come interpretato da Clarissa Pinkola Estes. Le faccio i migliori auguri, tantopiù che sono stato stimolato a fare qualcosa del genere.
Ci sono per me però alcuni ostacoli, che devo ahimè lungamente descrivere.
Il primo è che quest’operazione, ovvero rinvenire gli archetipi di tipo junghiano nell’anima delle persone, identificandoli con le divinità greche, chiamata dal suo autore, lo psicologo analista [junghiano] James Hillman, “psicologia archetipica”, nasce in esplicita polemica con il monoteismo – un*ebre* come me perciò deve premettere che per me è solo un gioco intellettuale interessante, e non un cambio di affiliazione religiosa.
Il secondo ostacolo è un limite intrinseco al metodo di Hillman. La mitologia greca ci è nota attraverso la letteratura greca, che conosciamo solo in parte, perché il tempo non fu galantuomo; perfino degli autori massimi conosciamo solo i titoli o…

Kénosi e passivazione

Dopo la conversazione di cui riferisco qui, ho ripensato al concetto di "kénosis = svuotamento", con cui i teologi cristiani riassumono ciò che esprime Filippesi 2:5-11, ovvero che Gesù, per compiere la sua missione salvifica, dovette svuotarsi per diventare esteriormente simile agli uomini, ed umiliarsi fino alla morte di croce.
Sono un appassionato di fantascienza, e tra le cose che ho dovuto imparare per scrivere il racconto "Precursori" c'è il concetto di "passivazione".
Quando un satellite giunge al termine della sua missione non lo si può abbandonare a se stesso - rischia di diventare un relitto che ostacola la navigazione spaziale ed insidia il pacifico orbitare degli altri satelliti.
Le possibilità sono due: l'autodistruzione e la passivazione.
Nell'autodistruzione si frena il satellite in modo che precipiti sul pianeta e vaporizzi penetrando nell'atmosfera. Questo genere di frenata richiede molto carburante, e normalmente lo …

Menomazione, disabilità, handicap - e Gesù Cristo

Mentre facevo la coda in farmacia, stavo leggendo il libro “The Disabled God : Toward a Liberatory Theology of Disability / Nancy L. Eiesland ; Foredowrd by Rebecca S. Chopp”, di cui ho citato un brano qui.
Un signore mi ha chiesto che libro leggessi, e gli ho tradotto il titolo: “Il Dio disabile : Verso una Teologia della Liberazione della Disabilità”.
“Dio Disabile?”, ha chiesto il signore, ed ho spiegato: “Il libro parla di Gesù Cristo. L’autrice ricorda quando Gesù apparve a Tommaso mostrandogli le piaghe sulle mani e sul costato” (Giovanni 20:27).
“Sì, ma Gesù era abile, abile! Prima di apparire piagato era apparso intero!”
Io non ho voluto proseguire il discorso. Credo però che il signore, come molte altre persone simili a lui, avesse delle idee profondamente sbagliate sulla disabilità e perfino sul cristianesimo.
Per quanto riguarda la disabilità, credo che sia il caso di imparare tre termini utili:
Menomazione; Disabilità; Handicap.
La menomazione è ciò di cui sono d…

Da "The Disabled God. Towards a Liberatory Theology of Disability / Nancy L. Eiesland ; Foreword by Rebecca S. Chopp"

Da: The Disabled God. Towards a Liberatory Theology of Disability / Nancy L. Eiesland ; Foreword by Rebecca S. Chopp
Ricordo che non sono cristiano, ma l'autrice spiega molto bene i problemi che occorre affrontare per una teologia della disabilità, qualunque sia il quadro di riferimento, quindi mi permetto di tradurre le pagine 22-23 del libro.
(inizio)
La correlazione critica della prassi di Chopp si impegna in una strategia che avanza attraverso l'intreccio tra ciò che è già noto al teologo e l'impegno attivo insieme con le persone che insegnano loro a rivedere le loro teorie, etichette, e descrizioni della realtà. Chopp identifica lo scopo della correlazione critica della prassi come una trasformazione emancipatrice dell'ordine socio-simbolico, che include le pratiche ed i principi dominanti del linguaggio, della soggettività, e della politica. Tra i momenti di questo metodo ci sono una deideologizzazione delle scritture, un'interpretazione pragmatica dell…

Poliamore

[0] E se un pastore fosse poliamoroso? La sfida della rev. Elder Rachelle Brown, Responsabile Mondale “ad interim” della MCC


Faccio i migliori auguri alla pastora anziana Rachelle Brown, ed alla sua famiglia.


Mi permetto però di attirare l'attenzione su una cosa che ella stessa confessa:


“Ero davvero pessima in tutte le relazioni monogame che inanellavo una dopo l’altra. Era davvero molto doloroso: un continuo fallimento. Ogni volta che ci provavo, le facevo terribilmente saltare in aria. E in mezzo a tutto questi movimenti sociali che si battono per i matrimoni egualitari pensavo cose tipo: Non è roba per me.
Ma invece di sentirmi moralmente fallita come ministro di culto, ho iniziato a esplorare“.


Ora, questa difficoltà a gestire le relazioni diadiche, ma felicità in relazioni triadiche, è stata interpretata come dimostrazione di tendenze poliamorose; viene però il dubbio che la difficoltà di gestire una relazione a due sia invece dovuta alla difficoltà ad amare in una persona si…

Lista della spesa per un Pride

Ogni tanto si parla della possibilità di tenere un secondo Verona Pride.
Questa è la mia "lista della spesa" per il caso si celebri davvero.
1. Si richiede l'abrogazione dell'Articolo 726 del Codice Penale, in quanto non solo punisce cosa che non nuoce a nessuno (ovvero la pubblica nudità disgiunta da intento sessuale), ma nel passato è stato usato (ed almeno nelle intenzioni di un omofobo di rilievo, può esserlo anche in futuro) per punire le pubbliche effusioni tra persone del medesimo genere, che sarebbero invece tollerabili tra persone di diverso genere. Un articolo di legge già usato e che può essere nuovamente usato per discriminare sulla base dell'orientamento sessuale va al più presto abrogato.
2. Si richiede l'abrogazione dell'Articolo 85 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, in quanto può essere usato per punire le persone che indossano un abbigliamento incoerente con il proprio genere anagrafico, ed una sentenza della Cassazione …